BAIA Link

BAIA Link, the Online Community of BAIA Members & Friends

Manager io stesso in un azienda manifatturiera che cerca di stare al "passo coi tempi" (deve!), odo il seguente blog (non mio! Di Marco Marozzi) rieccheggiare cupo e inquietante nei corridoi dirigenziali (e proprietari)...

(Translation follows)

Qual è l’ultima volta che avete tradito il social media marketing?
di marco marozzi e TheGoodOnes, Social Marketing e Comunicazione Non Convenzionale

Ogni tanto tradiamo i social media, e lo facciamo come Giuda, baciandoli sulla guancia, dimenticando la motivazione della nostra scelta e perdendo il senso della loro natura.

Quando pensiamo di costruire la nostra presenza on-line con un budget irrealistico, tirando giù sul prezzo del sito che incorpora il blog e magari anche una piattaforma di e-commerce o di popolare la pagina di Facebook con un sistema semiautomatizzato che ci garantisce likers in target. Ah ah ah…

Quando pretendiamo risultati in pochi mesi, a fronte di contenuti irrilevanti per i potenziali consumatori e magari anche abbinati a considerevoli barriere di ingresso sul nostro sito che presenta una usabilità vintage anni ’90...

leggi l'intero post >>


***

[this -quick- translation is mine]
When was the last time you betrayed social media marketing?

Every so often we betray social media, and we do it as Judas, kissing them on the cheek, forgetting what motivated our choice and losing sense of their nature.

When we think of building our on-line presence with an unrealistic budget, pushing the price envelope for the site, which even incorporates a blog and maybe also an e-commerce platform, or we think of populating the Facebook page with a semiautomatic system that guarantees likers on target. Oh-ho...

When we expect results in few months, while delivering insignificant contents to prospective consumers,
maybe combining it with considerable accessibility barriers to our site, boosting a 90’s vintage usability. See above.

When we think that we can make it in-house, with a bunch of interns blogging for a fistful of dollars, and a social medium manager that we keep on-call, like a pizza delivery guy. Wasting time and money, building a so-so online reputation and a great sense of frustration for something that obviously doesn’t work. And who is responsible?

When, as those who know-it-all, we forget to listen to the net, because we don’t have time, which we are using to prepare the next conference, or to write the social media policy on how to use Twitter. An we haven’t tweeted in weeks.

When we think that social media are a media-buy, something that can be purchased as a banner advertisement, and we believe that a viral video is a funny commercial that costs less. A tree falling in the jungle.

When we succeed to get on TV, maybe just on the news, few minutes of Glory and we think “I have made it! This is my best campaign… I don’t need web 2.0, which is a backup anyway, since my budget doesn’t allow for a commercial”. A genuine Kiss of Judas.



[I couldn't resist the Sergio Leone's reference... :) ]


Views: 20

Comment

You need to be on BAIA Link to add comments!

Join BAIA Link

Comment by marco marozzi on September 25, 2010 at 1:37am
Ciao Giorgio, ti ringrazio davvero per l’interesse e la sensibilità che hai dimostrato per il post e l’argomento in questione… devo dire che sono molto d’accordo con te, un programma di SMM va curato un po’ come un organismo vivente che cresce e si sviluppa… si tratta di un modello di comunicazione ben diverso da quello a cui le aziende sono abituate… Credo occorra pazienza e costanza e a parte le inevitabili insofferenze professionali soprattutto in fase di new business posso assicurarti che i nostri clienti considerano la loro presenza sui social media come imprescindibile dopo aver provato concretamente quella relazione interattiva con i consumatori… Ho cercato di raccogliere e sistematizzare queste evidenze nella presentazione che puoi trovare su slideshare http://www.slideshare.net/marcomarozzi/the-goodones-il-nostro-socia... ... a presto allora :)

BAIA Team
Comment by Giorgio Ghersi on September 24, 2010 at 12:37am
Beh, quantomeno da un punto di vista di direzione aziendale, lo sperpero di risorse budgetarie (e focus strategico) in un programma di marketing al quale non si crede completamente, o che si ha adottato per "moda", o che -come sostiene Marco- si e` pronti a tradire per 30 (allegorici) secondi televisivi, e` piu` grave dei dettagli implementativi del programma stesso quali l'abilita` del singole operatore, la piattaforma usata, o la scelta dei contenuti proposti.

Implementare una strategia di social media marketing e` un po' come decidere di piantare un rampicante: andra` sicuramente anaffiato, supportato, indirizzato e potato nel modo (anche grammaticalmente...) giusto, ma se non si hanno le idee chiare sul dove, come e quanto potra` crescere, o se s'ignorano i consigli del giardiniere, sara` difficile che possa fiorire.

Dal raccontino di Marco io ho percepito una insofferenza verso coloro che fanno, o fanno fare, ma non sanno, e neanche vogliono stare a sentire chi invece sa...

BAIA Team
Comment by Franco Folini on September 23, 2010 at 10:12am
Tutti noi facciamo errori di spelling (come si vede da questa discussione). Provo a spiegare la mia opinione in modo meno provocatorio:

Tutto quanto dice Marco nel suo blog post e' verissimo. Mi permetto di aggiungere che anche la grammatica vuole la sua parte. Quando leggo twits sgrammaticati (non semplici misspellings) o posts su FB con sintassi da brivido non penso che il Socail Media Manager non sia all'altezza, penso che la societa' che lo ha assunto non sia seria rispetto al tema dei Social Media investendo poco e mettendo persone sottoqualificate in una posizione di grande visibilita' come Twitter o FB.

Forse io ho la pelle sottile per la grammatica e nessun'altro presta molta grande attenzione a queste cose.

BAIA Team
Comment by Giorgio Ghersi on September 23, 2010 at 10:07am
Vabbe', ma... allora!?!
Vogliamo anche andarci a fa' du' spaghi?!?
:D

Svangata la pratica grammaticale e ortografica, vogliamo anche parlare di Social Media, oppure tanto ogniuno si tiene la sua opinione, e continuiamo pure a sparare sulla diligenza?
;)

Welcome to the Spaghetti Internet...
Comment by marco marozzi on September 22, 2010 at 10:54pm
Franco... anche scrivere si scrive con la "r"... eh eh eh

BAIA Team
Comment by Giorgio Ghersi on September 22, 2010 at 2:08pm
@Franco:
...mah, che dire?!?
Un altro Franco (Fochi) sostiene diversamente, e la questione e` quanto meno dibattuta dagli amanti della grammatica italiana.
Nota, comunque, che io l'ho corretto nella mia trascrizione, e quindi devi averlo letto sulla pagina originale (che tra l'altro vedo corretta, ora...).

Meno discutibile mi sembra invece che il tuo commento sia particolarmente "insightful" e/o "on topic"...
;)

BAIA Team
Comment by Franco Folini on September 21, 2010 at 5:22pm
Visto che Marco Marozzi scive "qual'e'" con tanto di apostrofo, gli suggerirei di aggiungere un altro elemnto alla sua lista: imparare la grammatica italiana (se si blogga in italiano).

Events

BAIA Photos


www.flickr.com

Badge

Loading…

© 2018   Created by BAIA LINK.   Powered by

Badges  |  Report an Issue  |  Terms of Service