BAIA Link

BAIA Link, the Online Community of BAIA Members & Friends

TV Guest, Personal Trainer e Model
-------------------------

CHI E' FRANCESCO

Francesco Zecchini nasce a Varese nell’aprile del 1988. Fin da tenera età si dedica alle attività sportive, in particolare al calcio di cui ne respira l’essenza grazie alla professione del suo papà Luciano Zecchini, noto calciatore ed allenatore italiano di serie A e della nazionale. Il Calcio diventa la sua professione dall’età di 14 anni e gli permette di viaggiare e fare la conoscenza di professionisti del settore. Svolge la carriera di calciatore fino al 2003 con soddisfazione professionale e personale.

Motivato ulteriormente e spinto da una forte passione per il fitness e lo sport in generale, Francesco decide di continuare il suo percorso professionale nel settore del Fitness e frequenta corsi di specializzazione, master ed aggiornamenti.

Lavorare nel mondo del Fitness è sempre stata la sua passione. Francesco infatti ritiene che sia proprio questo l’elemento cardine che gli ha consentito di trovare sempre nuovi slanci, anche e soprattutto nei momenti di difficoltà, affrontando l’attività lavorativa come la vita: con energia e sano ottimismo.

Dopo sacrifici, Francesco diventa un Personal Trainer qualificato e offre programmi personalizzati di allenamento in base agli obiettivi dei propri clienti. In grado di soddisfare l’esigenze del mercato, abbina nuove tecniche, metodi e studi con i quali riesce a fare la differenza. I suoi clienti sono uomini e donne, che vogliono identificarsi in uno stile di allenamento unico ed al senso di benessere.

Francesco matura le sue prime esperienze da Personal Trainer in palestre e strutture private, poi amplia il suo business dapprima tramite collaborazioni con nutrizionisti, medici sportivi, fisioterapisti e mental coach, poi tramite collaborazioni con Aziende specializzate nell’alimentazione sana, in qualità di testimonial, testando in prima persona l’efficace dei prodotti promossi. Le sue collaborazioni si intensificano ulteriormente con Resort e Spa dove vengono esaltate l’arte culinaria, la cura del corpo e della mente.

Francesco, pur avendo partecipato ad una nota trasmissione televisiva e pur avendo ricevuto diverse offerte professionali resta con i piedi per terra e soprattutto resta fedele a quelle che sono le sue passioni principali: lo Sport ed il Benessere.

Dalle esperienze di Francesco emerge chiara la consapevolezza che quando si riesce a trasformare una passione in professione la strada per il successo è sicuramente più stimolante.

 

L'INTERVISTA

Cosa sognavi di fare quando eri piccolo?
Ho sempre ammirato mio padre e quindi sin da piccolo sognavo di seguire le sue orme, ossia diventare un calciatore professionista.

Com'e' stata la tua infanzia?
La mia è stata una infanzia felice perché sono stato circondato da amore e serenità. Sono sempre stato un bambino responsabile anche se non molto facile da gestire. Non ero molto socievole. Mio padre era spesso via di casa a causa della sua professione, sono quindi cresciuto con mia mamma è mia zia; quest'ultima è venuta a mancare prematuramente e per me è stata una perdita che mi ha segnato; consideravo mia zia come una seconda mamma.

Qual'e' il rapporto con i tuoi genitori e soprattutto con tuo padre -che ha sempre vissuto nello sport?
Ho sempre avuto con loro un buon rapporto che con il passare degli anni è divenuto sempre più forte. Mi hanno dato e continuano a darmi amore e supporto. Oggi sento forte il desiderio di dover ricambiare e di doverli sostenere in particolar modo nei momenti difficili. Mio padre, anche se preso dagli impegni lavorativi, è stato sempre presente ed è tutt’oggi per me una figura di riferimento.

Lui voleva che tu facessi il calciatore?
Mio padre non ha mai influenzato le mie scelte professionali, ma ricordo che sin dai tempi della mia adolescenza mi spronava a studiare; mi diceva che l’istruzione è fondamentale per aver successo nella vita.

La tua famiglia ti ha mai fatto pensare che forse potevi fare un altro lavoro?
La mia famiglia, come qualsiasi altra per il proprio figlio, ha sempre voluto il meglio per me. Ricordo che in alcune occasioni, in passato, mi hanno suggerito di scegliere una professione che mi avrebbe permesso di vivere una vita agiata, ma non mi hanno mai imposto alcuna scelta perché si sono sempre fidati del mio buon senso.

Che cosa pensi del tuo lavoro? Trovi che il benessere sia utile oggi?
Amo il mio lavoro! Vedere i miei clienti raggiungere gli obiettivi con il mio aiuto, mi da una enorme soddisfazione professionale e personale.
Credo che oggi giorno sia fondamentale curare la propria persona non solo a livello estetico ma anche interiore e mentale. Gli impegni quotidiani e le preoccupazioni generano stress e alcuni dei migliori rimedi sono senza dubbio l'attività fisica e l’alimentazione sana, in poche parole: occorre prendersi cura di se stessi.

I tuoi clienti cosa ricercano in te? Solo forma fisica da migliorare o anche magari stile e consigli?
Ogni cliente ha una propria esigenza e dei propri obiettivi da raggiungere, ma l’aspetto che li accomuna tutti è la ricerca del benessere fisico e mentale. Il mio obiettivo è proprio quello di sostenerli durante il percorso, ed il fatto che si affidino a me con fiducia mi lusinga e mi rende felice.

Ti chiedono mai consigli sulla loro vita privata?
Sempre. Si crea un rapporto di fiducia e quindi si confidano; è un modo per liberarsi di alcuni pesi che preferiscono non condividere con altri per non sentirsi a disagio o per non mostrare debolezza.

Cosa vorresti fare da grande?
Mi sento “imprenditore”, e benché io sia già grande, non smetterò mai di perseguire i miei sogni. Ho ancora tante idee e progetti da realizzare, “mai fermarsi”.

Qual'e' il tuo rapporto con la tv?
La mia prima esperienza ha avuto un impatto iniziale piuttosto forte. Ho partecipato ad un Talk Show dove credevo di avere un ruolo secondario, ma in realtà mi sono ritrovato ‘catapultato’ in prima linea. Dopo i primi mesi di partecipazione al programma, il mio viso era ormai noto a molti spettatori che mi riconoscevano per strada. L’effetto strano percepito è che dopo solo pochi mesi sembrava che chiunque, dentro e fuori il programma, riteneva di conoscermi ed hanno elargito critiche ed apprezzamenti in maniera frettolosa a mio parere. Ritengo che per partecipare ad un Talk Show occorre avere un carattere forte, oltre alla capacità di lasciarsi scivolare le critiche poco costruttive e prive di fondamenta. Sono comunque felice di aver fatto questa esperienza che rifarei senza ombra di dubbio.

Qual'e' un sogno nel cassetto che speri di realizzare?
Il mio sogno è quello di aprire un “chiringuito” sulla spiaggia al quale abbinare una scuola di surf e realizzare eventi a tema. Un lavoro stagionale simile mi concederebbe maggior tempo per me stesso nei periodi di bassa stagione durante i quali mi piacerebbe viaggiare e conoscere nuove culture.

Tieni molto al giudizio degli altri?
Prendo in considerazione solo i giudizi e le critiche costruttive. E’ mia abitudine approfondire il dialogo con persone di mentalità aperta e che rispettano la libertà di pensiero e la personalità altrui.

Se ricevi una critica nel tuo lavoro la prendi in modo costruttivo?
Tengo molto al mio lavoro e mi ritengo un professionista, accetto quindi con piacere le critiche formulate da esperti di settore.

Cosa ti fa arrabbiare del tuo lavoro?
Mi infastidisce vedere che spesso incompetenti si improvvisano esperti di settore ed arrecano danni non solo alla categoria professionale ma anche ai loro clienti. Credo che la mia professione dovrebbe essere maggiormente regolamentate e tutelata.

Ti piace dare consigli e migliorare l'aspetto fisico dei tuoi clienti?
Molto. La mia figura professionale è tenuta, oltre a fornire istruzioni su come eseguire l’allenamento, anche le motivazioni, i benefici se correttamente eseguiti e le conseguenze che derivano da una performance non corretta.

Quanto conta l'alimentazione per te?
Una sana alimentazione è fondamentale per raggiungere gli obiettivi prefissati e per avere un buono stato di salute. Ritengo quindi che un buon allenamento deve essere abbinato ad una alimentazione sana e corretta.

Perché segui “Italy to California”?
-Mi piacciono i contenuti. Amo viaggiare e tornare in California, quando la mia professione me lo permette, è sempre un’esperienza unica. “Italy to California” mi permette di viaggiare ogni qualvolta lo desidero anche se solo con la mente.

 

Severino Ricci

(https://www.facebook.com/Italy2Ca/posts/323336971408512)

Views: 105

Comment

You need to be on BAIA Link to add comments!

Join BAIA Link

Events

BAIA Photos


www.flickr.com

Badge

Loading…

© 2018   Created by BAIA LINK.   Powered by

Badges  |  Report an Issue  |  Terms of Service